Agricoltura convenzionale

Un metodo di coltivazione che prevede l'utilizzo di fertilizzanti chimici sintetici, ed erbicidi e organismi geneticamente modificati, consentendo a questo tipo di aziende agricole di essere meno dipendenti dalla cultura (rotazione delle colture, inclusione di colture che fissano l'N), pratiche biologiche e meccaniche che favoriscono il ciclo delle risorse, promuovono l'equilibrio ecologico e preservano la biodiversità.